San Maurizio Canavese

Esplorare il territorio Canavese in bicicletta: il progetto VeLa

Esplorare il territorio Canavese in bicicletta: il progetto VeLa

La bicicletta potrebbe diventare il mezzo con cui muoversi nella vita di tutti i giorni e dodici comuni del territorio Canavese ci credono davvero. Il progetto VeLa è nato nel 2017 proprio con questo intento: migliorare la sicurezza e ampliare la rete dei percorsi ciclabili dei centri urbani ed extraurbani. La prima richiesta è partita dalla Pro Loco di Caselle che ha manifestato l’esigenza di creare una rete interconnessa con tutti i poli della mobilità e attrattivi della zona tra cui scuole, parchi, stazioni ferroviarie e l’aeroporto.

Il nome dell’iniziativa “VeLa” si riferisce proprio alle due estremità del percorso ciclopedonale: Venaria e Lanzo. Nel 2018, dopo la partecipazione al bando “Percorsi ciclabili sicuri” anche la Regione Piemonte aveva approvato il progetto concordando di finanziare il 60% del costo dei lavori, un vero successo per le amministrazioni comunali che hanno lavorato insieme per raggiungere questo obiettivo.
L’impegno dei 12 Comuni coinvolti, tra cui c’è anche San Maurizio Canavese, consiste nel farsi carico di realizzare i tratti di percorso ciclabile sul proprio territorio di competenza.

Grazie ai 125 chilometri di rete ciclopedonale, infatti, gli studenti e i lavoratori potranno raggiungere in sicurezza non solo i principali servizi ma anche le principali zone naturalistiche del territorio Canavese, tra cui il lungo Stura e il Parco della Mandria. Quest’ultimo parco è stato considerato il vero polmone verde dell’area metropolitana circostante Torino! Che l’aria del torinese sia molto inquinata purtroppo non è un mistero, tuttavia i dati rilevati da Sistema Piemonte mostrano che la situazione nella zona del Parco della Mandria è decisamente migliore.

Questi dati sono la conferma che il progetto VeLa ha una valenza davvero importante per chi vive o decide di visitare il territorio canavese. Nel comune di San Maurizio il percorso ciclabile sarà congiunto al tratto proveniente da San Francesco al Campo. Le aree interessate saranno via Barbania, il centro del paese fino a raggiungere Ceretta e la Stura.